Zic intende riqualificare l’area della zona industriale di Catania e dare un valore aggiunto alle aziende di eccellenza che vi lavorano. Nel polo industriale sono insediate aziende come la Sibeg imbottigliatore ufficiale della Coca Cola in Sicilia, Etis Spa centro stampa di testate come La Sicilia, La Stampa e La Repubblica; inoltre molte aziende sono punti di innovazione per il territorio: si trovano industrie nel settore ITC, riciclo, chimica, metalmeccanica.

L’associazione ha ricevuto l’adesione di più di 30 aziende Zona Industriale Catania e sta cercando di avviare un dialogo con il Comune e con la Regione, in particolare con l’ente preposto alla valorizzazione delle zone industriali, l’IRSAP.

Ad oggi si è fatta richiesta di un chiarimento al Ministero dell’Economia e delle Finanze sull’applicazione della tassa sui rifiuti agli immobili nei quali viene svolta l’attività industriale di produzione di tubi in acciaio senza saldatura.

Uno dei progetti in corso, di cui si è discusso alla riunione che si è tenuta martedì 27 giungo con 30 aziende Zona Industriale Catania associate, è quello di “adottare una rotonda”, ovvero qualora l’IRSAP metta nelle condizioni di avere un sistema di irrigazione, il verde sarà curato dalle aziende che sono interessate in cambio di una segnaletica con il marchio.

Si tratta di tentativi, quindi, di creare sinergie tra aziende e territorio al fine di sviluppare l’area e renderla un polo di attrazione per altri insediamenti produttivi. Un patto di collaborazione leale tra imprese e istituzioni: le prime disposte a mettere risorse per nuovi investimenti, le seconde invece ad assicurare il diritto a fare impresa.